Vangelo del giorno “Martedì della XXXI settimana del Tempo Ordinario (Anno pari)”

+ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 14,15-24)
Esci per le strade e lungo le siepi e costringili ad entrare, perché la mia casa si riempia.

In quel tempo, uno dei commensali, avendo udito questo, disse a Gesù: «Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!».
Gli rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. All’ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: “Venite, è pronto”. Ma tutti, uno dopo l’altro, cominciarono a scusarsi. Il primo gli disse: “Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Mi sono appena sposato e perciò non posso venire”.
Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al suo padrone. Allora il padrone di casa, adirato, disse al servo: “Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui i poveri, gli storpi, i ciechi e gli zoppi”.
Il servo disse: “Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c’è ancora posto”. Il padrone allora disse al servo: “Esci per le strade e lungo le siepi e costringili ad entrare, perché la mia casa si riempia. Perché io vi dico: nessuno di quelli che erano stati invitati gusterà la mia cena”».

Parola del Signore

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, eccoci alle prese con il tram-tram quotidiano, sempre troppo impegnati e una vita infinitamente faticosa, un correre continuo che non ci dà un momento di tregua. Che dite, sbaglio se dico che questa e altre mille scuse accampiamo ogni volta pur di non aderire all’invito che ci fa comprendere il vero senso della vita?
Allora mi sorge una domanda: come viviamo la nostra fede? È possibile che abbiamo così tanto da fare da non trovare nemmeno il tempo per essere felici? Fratelli carissimi, basta! È tempo di fermarsi!
Smettiamola di fuggire e non anteponiamo nulla a Gesù, lasciamoci raggiungere dal Suo invito, perché vedete, siamo noi quei mendicanti, siamo noi quelli che senza alcun merito hanno preso il posto di chi si è rifiutato di partecipare.
Allo stesso tempo però siamo anche noi i coraggiosi, gli eroi che lottano per non essere travolti dalla mondanità del quotidiano, perché percepiscono di essere già oggi a tavola con Gesù.

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!