Vangelo del giorno “Martedì della XXX settimana del Tempo Ordinario (Anno pari)”

+ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 13,18-21)


Il granello crebbe e divenne un albero.

In quel tempo, diceva Gesù: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo posso paragonare? È simile a un granello di senape, che un uomo prese e gettò nel suo giardino; crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami».
E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata».

Parola del Signore

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, non vi è ombra di dubbio che la relazione che abbiamo con Gesù va coltivata.
Per questo penso che si debba abbracciare la logica del nascondimento, il criterio della preghiera silenziosa, di quella supplica che diventa desiderio. Altrimenti il rischio di essere travolti dall’ansia del successo, dal voler prevalere a tutti i costi sugli altri e dal culto dell’apparenza diventa forte. Fratelli carissimi, puntiamo allora all’essenziale, guardiamo dentro le cose, curiamo di più le nostre relazioni e facciamolo con un atteggiamento paziente, fiducioso e pieno di speranza.
In questo modo diverremo un terreno fertile e consentiremo a quel seme – la Parola del Signore – di germogliare e al Suo amore di lievitare in noi. Ora carissimi, con la gioia di essere diventati terreno di semplicità, non perdiamo l’opportunità di mostrare a tutti i frutti che quel seme ha prodotto e che adesso sono diventati maturi. Quindi siano le nostre opere il segno autentico di un annuncio di salvezza e di speranza che non conosce confini.
Carissimi, pur se in momento di particolare tensione, non dobbiamo lasciarci vincere dalla paura. La speranza e l’amore che diventano accoglienza devono essere il nostro vessillo, perché noi che fermentiamo dell’amore di Gesù, siamo chiamati a condividerne i frutti di amore, di speranza e di carità, prestando molta attenzione al sale – la nostra fede – affinché non perdi mai il suo sapore, la sua bellezza e la sua verità, l’unica che ci dà la certezza di sapere che il poco si farà tanto e il nulla diventerà il tutto!

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!