Vangelo del giorno “XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)”

+ Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 22,1-14)
Tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze.

In quel tempo, Gesù, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei] e disse:
«Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire.
Mandò di nuovo altri servi con quest’ordine: Dite agli invitati: “Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!”. Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. Allora il re si indignò: mandò le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e diede alle fiamme la loro città.
Poi disse ai suoi servi: “La festa di nozze è pronta, ma gli invitati non erano degni; andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze”. Usciti per le strade, quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni, e la sala delle nozze si riempì di commensali.
Il re entrò per vedere i commensali e lì scorse un uomo che non indossava l’abito nuziale. Gli disse: “Amico, come mai sei entrato qui senza l’abito nuziale?”. Quello ammutolì. Allora il re ordinò ai servi: “Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti”.
Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti».

Parola del Signore

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, veramente crediamo che basti far parte del popolo di Dio per avere già la salvezza in tasca?
Vedete, noi immaginiamo un giudizio che avverrà alla fine della nostra vita, non è così, ci sbagliamo di grosso!
Il giudizio avviene già oggi, nel nostro presente, sono le nostre scelte e le nostre priorità a determinarne l’esito.
Quindi carissimi, per questo motivo siamo chiamati a rinnovare continuamente il nostro atto di fede, a rafforzare la nostra speranza e accrescere la nostra carità, affinché non accada di trovarci anche noi fuori luogo e senza l’abito nuziale, ma ancor più di essere senza quella dignità che ci è stata donata nel battesimo che ci fa essere messi alla porta.
Allora fratelli carissimi, penso che il brano del Vangelo odierno sia abbastanza chiaro. Di fatto ci invita a essere sempre vigili, perché Gesù quando meno ce lo aspettiamo si farà presente nella nostra vita annunciandoci il Regno dei Cieli e mostrandoci un nuovo modo di vivere. Ma non è tutto; ci consegnerà in dono il Suo amore e solo se accoglieremo l’annuncio, questo prezioso invito, potremo essere partecipi al banchetto della salvezza eterna.
Eccoci giunti al dunque carissimi; quindi stamani nel giorno del Signore lo diamo o no un cenno di adesione a questo invito? Cosa facciamo partecipiamo? È come?

Buona domenica nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!