Vangelo del giorno “Sabato della IX settimana del Tempo Ordinario (Anno pari)”

+ Dal Vangelo secondo Marco (Mc 12,38-44)
Questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri.

 In quel tempo, Gesù [nel tempio] diceva alla folla nel suo insegnamento: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze, avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti. Divorano le case delle vedove e pregano a lungo per farsi vedere. Essi riceveranno una condanna più severa».
Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo. 
Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere».

Parola del Signore

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, la pericope odierna ci suggerisce di prestare molto attenzione all’avarizia. Infatti, essa è l’origine di ogni male. Invece noi tutti siamo chiamati all’essenziale, alla verità dei gesti. Per questo oggi ci viene donato un modello da seguire: la vedova. Persona bene attenta a non far prevalere l’apparenza sulla sostanza. Infatti dona quel poco, il suo tutto e consegna i suoi bisogni al Signore.
Ecco fratelli carissimi, questo è quello che veramente piace a Gesù. Vedete anche noi a volte in qualche modo e misura, perdiamo tutto quello che abbiamo: il lavoro, la salute, gli affetti, e sono proprio quelli che fanno più male, al punto che, in alcuni momenti ci fanno addirittura perdere persino la voglia di vivere. No, no. Non se ne parla nemmeno. Non ci sono se, né ma. Noi possiamo e dobbiamo rallegrarci, la nostra deve essere una vita vissuta nella gioia, perché a motivo della nostra fede, abbiamo ricevuto la libertà di essere e non di sembrare!
Carissimi, stamani noi liberi figli della luce, usciamo in strada, tra i nostri fratelli, animiamo e portiamo il nostro tutto, facciamolo con generosità e umiltà caritatevole, questo ci consentirà di amare autenticamente Dio ed il prossimo.

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!