Vangelo del giorno “Venerdì della V settimana di Quaresima”

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 10,31-42)
Cercavano di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.

In quel tempo, i Giudei raccolsero delle pietre per lapidare Gesù. Gesù disse loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre: per quale di esse volete lapidarmi?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio». 
Disse loro Gesù: «Non è forse scritto nella vostra Legge: “Io ho detto: voi siete dèi”? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio – e la Scrittura non può essere annullata –, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: “Tu bestemmi”, perché ho detto: “Sono Figlio di Dio”? Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre». Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.
Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: «Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero». E in quel luogo molti credettero in lui.

Parola del Signore

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, quante volte anche noi avremmo voluto ridurre al silenzio le esigenze della parola di Dio quando arriva a toccarci nel vivo e ci chiede scelte costose e coerenti? Penso che le nostre resistenze, i nostri rifiuti e le indecisioni, pesano sul Suo cuore quanto le pietre che i giudei raccoglievano per lapidarlo. Vedete fratelli, credo che ci sia abbastanza luce per poter credere, ma anche abbastanza oscurità per giustificare un rifiuto per aderire a Cristo. Già miei cari, la nostra fede conosce spesso alti e bassi ed alcune volte siamo presi da tendenze estreme e contraddittorie. Non disperiamo, nulla è perduto, c’è sempre una soluzione. In questo caso il rimedio è frequentare assiduamente la parola di Dio. Questo porterà la nostra fede a radicarsi nel profondo del nostro cuore e la nostra vita sarà salda ed in comunione con il Risorto, in quanto solo nel Vangelo troverà compimento e pienezza.

Coraggio fratelli e sorelle, #andratuttobene !

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!