Vangelo del giorno “Sabato della IV settimana di Quaresima”

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 7,40-53)
Il Cristo viene forse dalla Galilea?

 In quel tempo, all’udire le parole di Gesù, alcuni fra la gente dicevano: «Costui è davvero il profeta!». Altri dicevano: «Costui è il Cristo!». Altri invece dicevano: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: “Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo”?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui. 
Alcuni di loro volevano arrestarlo, ma nessuno mise le mani su di lui. Le guardie tornarono quindi dai capi dei sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: «Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!». Ma i farisei replicarono loro: «Vi siete lasciati ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente, che non conosce la Legge, è maledetta!». 
Allora Nicodèmo, che era andato precedentemente da Gesù, ed era uno di loro, disse: «La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa?». Gli risposero: «Sei forse anche tu della Galilea? Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!». E ciascuno tornò a casa sua.

Parola del Signore

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, la bellezza della parola di Dio è quella di essere sempre viva. Oggi ci pone dinanzi a temi particolarmente coinvolgenti, toccanti e interrogativi sull’identità di Gesù presente nel Vangelo. Infatti la domanda che ci pone è: dov’è oggi Gesù Cristo? Dove lo possiamo riconoscere e seguire? Vedete, questa è la vera questione a cui siamo chiamati a rispondere stamani ed è fondamentale riflettere bene, scavare bene nel profondo, la risposta possiamo trovarla solo nell’abisso del nostro cuore. Fratelli carissimi, dicevo questo perché il rischio di cadere nell’errore è forte, infatti è molto frequente della fede un supermarket, dove per comprare la gioia e la speranza, l’unica moneta di scambio è la morale.
Questo modus operandi, ci farà essere scatole senza contenuto. Allora stamani chiediamo al Signore di accrescere in noi la fede, di renderci fermi e perseveranti nel divenire di quell’ora che si avvicina, quell’ora che sembra sia già arrivata nel tempo presente, quel tempo – oggi – in cui il Mistero stenderà la Sua ombra sul nostro cuore impaurito, quel tempo che il Padre ci sta svelando in pienezza il Suo sapiente disegno d’amore che ha riservato a noi Suoi figli. La Salvezza!

Buona giornata nel Signore!

Coraggio fratelli e sorelle, #andratuttobene !

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!