Vangelo del giorno “Giovedì della I settimana di Quaresima”

+ Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 7,7-12)                                                                                                                                                                                                                        Chiunque chiede, riceve.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 
«Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. 
Chi di voi, al figlio che gli chiede un pane, darà una pietra? E se gli chiede un pesce, gli darà una serpe? Se voi, dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro che è nei cieli darà cose buone a quelli che gliele chiedono!
Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti».

 

Parola del Signore

 

Riflessione:

 

Miei cari fratelli e sorelle, il messaggio che oggi raccolgo dal Vangelo è quello di non stancarsi mai e non scoraggiarsi mai davanti al silenzio di Dio. Penso fratelli carissimi, che dobbiamo sempre cercare, bussare, chiedere e dare. Ed è proprio su questo ultimo punto che evidenziamo tutta la nostra difficoltà. Non riusciamo a comprendere come realmente esercitare quel dare. Tranquilli, Gesù ci insegna il modo: pregare con fiduciosa perseveranza. Questo farà sì che ci sia rivelato come agisce il cuore di Dio e quale dovrà essere il nostro che lo ascoltiamo.

Carissimi, oramai siamo cosi abituati a sentir dire che Dio ci ama, che non prestiamo nemmeno più attenzione a questa realtà meravigliosa e sconvolgente. Ad esempio: avete mai sentito un lamento di un malato in preda ad un’intensa sofferenza? Io si, e penso che nessuno possa rimanere insensibile a quel lamento, a meno di non avere un cuore di pietra.

Nella preghiera Dio attende che ci mettiamo lo stesso accento di intensità e di supplica, per potersi chinare su di noi ed esaudire le nostre domande.

Cari fratelli, alla luce di questo nuovo giorno, entriamo quindi in comunione con Dio Padre e non esitiamo a chiedere ciò che ci sta a cuore, Lui è buono e misericordioso ed esaudirà sempre le preghiere dei Suoi figli e ci donerà ciò che realmente necessitiamo. Ora è chiara la dinamica? Bene, allora cosa stiamo aspettando?  bussiamo alla Sua porta, chiediamo ciò che ci fa sentire in relazione con Lui e ci rende degni Suoi figli, ma soprattutto chiediamo di saper sempre dare attenzione al bene degli altri, questo cambierà completamente la prospettiva della nostra vita, ci farà compiere una vera conversione ed il centro non sarà più l’IO, ma il NOI.

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!