Vangelo del giorno “San Paolo Miki e compagni”

VANGELO DEL GIORNO

 

+ Dal Vangelo secondo Marco (Mc 6,7-13)

In quel tempo, Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due e dava loro potere sugli spiriti impuri. E ordinò loro di non prendere per il viaggio nient’altro che un bastone: né pane, né sacca, né denaro nella cintura; ma di calzare sandali e di non portare due tuniche. 
E diceva loro: «Dovunque entriate in una casa, rimanetevi finché non sarete partiti di lì. Se in qualche luogo non vi accogliessero e non vi ascoltassero, andatevene e scuotete la polvere sotto i vostri piedi come testimonianza per loro». 
Ed essi, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demòni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano.

 

RIFLESSIONE

 

Miei cari fratelli e sorelle, quanto è difficile aprire il cuore alla gioia e vivere di quella felice e umile povertà.  Non quella predicata solo a parole oppure ostentata per un programma stabilito, ma quella vissuta realmente nel cammino quotidiano, un agire con il quale diamo testimonianza della nostra uguaglianza e della nostra appartenenza. Penso ad un cammino che evidenzi il nostro vivere da liberi, da distaccati dal denaro e dalle cose materiali, un essere presenti nel contesto sociale in cui viviamo mostrando sempre un atteggiamento fiducioso e solidale che evidenzi la nostra fraternità. Carissimi, non trovate che sia una caratteristica tipica del Cristiano? di colui che vive di fede, di colui che trova sempre il modo di accrescere la sua vicinanza al Risorto e lo fa condividendo ciò che ha, sia che si tratti di cose materiali, sia che sia semplicemente il suo tempo, la sua disponibilità, la sua accoglienza? Ne sono fermamente convinto e penso che dobbiamo fare in modo che il nostro stare insieme e le nostre azioni, trasmettano un messaggio di uguaglianza, di solidarietà umana, di fiducia reciproca, di dignità, di mancanza totale di ambizione e di una semplicità nel porsi. Sono queste le caratteristiche per essere degli inviati speciali. È questo il progetto di vita che non sperimenterà mai alcun rifiuto. È questa che deve essere la nostra vita, un’autentica professione di fede ed una chiara testimonianza che noi siamo Suoi e a Lui solo vogliamo appartenere. Concludo miei cari e mi scuso per essermi dilungato, ma sono certo che adesso sia tutto abbastanza chiaro e per questo motivo suggerisco di prestare particolare attenzione, affinché qualche discepolo a noi inviato, non venga a scuotere davanti alla nostra porta la polvere dei suoi sandali per andare a portare quell’annuncio di gioia da noi trascurato a chi sarà più capace di accoglierlo. 

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!