Vangelo del giorno “Feria propria del 4 Gennaio”

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 1,35-42)

In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. 
Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.
Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.

 

Riflessione:

 

Miei cari fratelli e sorelle, il Signore oggi fissa il Suo sguardo su ognuno di noi e ci invita a fare un’esperienza di vita con Lui. Questa esperienza di intimità si concluderà con un atto di fede da parte nostra, quel segno che ci porterà ad un apostolato e ad una missione. Vedete fratelli, nella vita di ognuno di noi c’è un giorno, un momento, un incontro che ha segnato un cambiamento radicale di vita: è la chiamata personale e imprevedibile di Dio. Quella chiamata in Gesù, che troppe volte si avvale di altri come Giovanni il Battista, i quali possono essere proprio le persone che ci vivono o che incontriamo per caso sul nostro cammino. Teniamo sempre ben presente, che è Lui che ci chiama alla Sua sequela e noi sempre troppo distratti da effimere inutilità, rischiamo che passi invano questa grossa opportunità, non essendo capaci di riconoscerlo e di ascoltarlo. Quindi carissimi stamani il Signore ci chiama, consegniamoci allora a lui con fiducia e abbandono, mostriamo a tutti l’origine della nostra fede e trasmettiamola mediante una testimonianza concreta ed operosa della nostra vita. Coraggio adesso tocca a noi rispondere a questa chiamata, lo facciamo con una scelta di appartenenza o di rifiuto?

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!