“MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO”

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 2,16-21)

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. 
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, oggi è il giorno della pace nel mondo e nel nome di Maria madre di Dio e della chiesa, esultiamo! Lei con vero atteggiamento di credente ha saputo custodire con semplicità ciò che ha ascoltato ed ha meditato con fede ciò che ha visto. Maria, ha messo tutto nel Suo cuore, trasformando così in dolce preghiera la salvezza che Dio ha offerto al mondo con il Suo “SI” fiducioso e di completo abbandono a quell’Amore Divino capace di dare pienezza. Grazie Maria, è nato per noi il Signore, il Figlio di Dio è venuto tra noi portando all’umanità il dono più prezioso: sé stesso. Quindi carissimi oggi gioiamo, abbiamo un Dio con noi e per noi, non più spirituale e invisibile, ma si è fatto ciò che siamo noi, per renderci partecipi di ciò che Egli è: visibile, concreto e raggiungibile. Miei cari, teniamo ben presente che di nuovo non c’è solo l’anno appena entrato, ma c’è principalmente la nostra vita. Una nuova esistenza che deve condurci d’ora innanzi a cercare, riconoscere e accogliere Gesù nei più bisognosi, di trovargli sempre un posto nel nostro cuore, affinché le nostre azioni quotidiane, ci rendano autentici testimoni fedeli, che esultano con la stessa gioia di quei pastori che hanno visto la nascita di quel Bambino, che ha cambiato le sorti del mondo. Ora miei cari giungano a voi e alle vostre famiglie i miei personali auguri, con l’auspicio che il nuovo anno sia vissuto sempre tenendo presente il Comandamento dell’Amore. Quell’amore che riempie la vita di felicità, serenità, gioia del cuore e dell’anima. Quell’amore che Gesù appena nato è venuto a predicare al mondo intero: “ama il prossimo tuo come te stesso”. Quell’amore che ci consente di farci prossimi ai nostri fratelli ultimi. 

Possa il nostro Signore Gesù Cristo proteggervi e custodirvi nel Suo amore. Buon 2020!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!