“Feria propria del 20 Dicembre”

Scritto da davide moreno

20 Dicembre 2019

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 1,26-38)

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». 
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, è proprio in questa storia che irrompe il Dio trascendente e misericordioso per inserirsi nella nostra storia e salvarci, Egli ci trasporta insieme con il Suo Spirito nella fede e nell’amore. Noi credenti, fatti amici di Gesù siamo introdotti nella comunione con Dio, proprio attraverso l’approfondimento della vita di fede e di amore, vissuta in fedeltà al Vangelo. Stamani carissimi, abbiamo un modello da seguire, quello di Maria madre di Gesù e madre nostra, che ha aderito generosamente alla volontà di Dio con il suo Eccomi, un Si grazie al quale ha nuovamente aperto a noi tutti la strada per una vita di comunione con Dio e che noi dobbiamo coltivare facendo  crescere in noi sempre più il desiderio di cercarlo ogni giorno attraverso l’ascolto della Sua Parola e con una preghiera silenziosa, affinché la nostra vita sia modellata proprio sulla Sua Parola e porti frutti di gioia, pace e bontà, a quanti ci vivono accanto. Ecco miei cari, che allora il Si di Maria segna la nostra strada di salvezza, ma è anche per noi tutti un invito a leggere negli eventi del nostro quotidiano la presenza di colui che è il nostro Salvatore.

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!