” Sabato della XXXII settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari) “

Scritto da davide moreno

16 Novembre 2019

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 18,1-8)

In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai: 
«In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”. 
Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”». 
E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».

Riflessione:

Miei cari fratelli e sorelle, stamani una sintesi, un breve pensiero che possa esserci utile per una più profonda riflessione. Che tipo di relazione abbiamo con Gesù? Riusciamo a stabilire un vero contatto? Se davvero lo desideriamo l’unico mezzo che abbiamo per sostare in intimità con il Signore, è la preghiera. Una supplica autentica e umile, che diventa un dialogo fiducioso grazie al quale la nostra vita cambia e la nostra fede viene nutrita dall’unica fonte di gioia, di amore e di speranza infinita. 

Buona giornata nel Signore! 

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!