Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 10,24-33)

In quel tempo, disse Gesù ai suoi apostoli:
«Un discepolo non è più grande del maestro, né un servo è più grande del suo signore; è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro e per il servo come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più quelli della sua famiglia!
Non abbiate dunque paura di loro, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. 
E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo. 
Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!
Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

Riflessione:

Miei cari fratelli, stamani ero molto tentato a fare un parallelismo con i nostri fratelli cristiani che vivono in Nigeria, Indonesia, India, ma poi mi sono reso conto che il paragone non avrebbe potuto reggere, vista la posta in palio così diversa pur restando identico il fine. Quindi fratelli miei carissimi, in sintesi: se abbiamo realmente compreso ciò che conta e salva, accogliamo l’invito del Signore e senza paura, questo annuncio di Salvezza condividiamolo con tutti, riconoscendo in Gesù, l’unica e sola fonte inesauribile d’amore. Oggi carissimi, gridiamo il Vangelo con le opere della nostra vita, mostriamo a tutti la presenza del Risorto in noi, perché c’è sempre qualcuno che ha bisogno di riconoscere attraverso il nostro agire, che in noi vive quell’amore vivificante e gioioso, che è frutto della sequela a Cristo e che non conosce paura.

Buona giornata nel Signore!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This