Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 10,1-7)

In quel tempo, chiamati a sé i suoi dodici discepoli, Gesù diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì. Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino».

Riflessione:

Miei cari fratelli, il Signore ci chiede di entrare in sintonia con la Sua compassione e ci invita ed invia a percorrere il cammino della missione cristiana, di essere guide di coloro che sono spesso alla ricerca di una strada da percorrere. Però prestiamo attenzione, per trovare in noi la giusta e vera forza in quello che siamo chiamati a fare, abbiamo bisogno di fondare la nostra missione sulla preghiera, una supplica fiduciosa, perseverante e fedele al mandato che abbiamo ricevuto dal Signore. Ricordiamoci che la nostra preghiera non deve convincere il Padrone ad esaudire i nostri desideri, ma deve aprirci all’incontro con Lui, il quale ci libera e rende prodigiose le nostre azioni, allieta le nostre sofferenze e guarisce le nostre ferite, ridonandoci speranza. Quindi fratelli, animati dalla grazia di Dio, procediamo in questo cammino, vivendolo in piena comunione nel sacrificio di lode e nel servizio ai fratelli, per diventare veri missionari e testimoni del Vangelo.

Buona giornata nel Signore!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This