“Sabato della III settimana di Pasqua”

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 6,60-69)

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?».
Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono».
Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Riflessione:

Miei cari Fratelli, è proprio vero: noi siamo quelli della fede comoda. Infatti è facile accogliere la Parola del Signore quando è mite e benevola, ma quando Gesù diventa esigente, quando la fede giudica la nostra vita e ci spinge al cambiamento e alla conversione, cosa facciamo? “ce ne andiamo”. Si fratelli è così. Prendiamo le distanze, allontaniamo Dio dalla nostra vita, perché la Sua Parola non ci asseconda più è quindi per noi diventa troppo impegnativo entrare nella Sua di vita e lasciare che Egli viva nella nostra! Fratelli dobbiamo reagire, è proprio questo il momento giusto, il tempo di udire la Sua domanda, forte e decisa che ci chiede: “volete andarvene anche voi”? Calma, prima di rispondere riflettiamo bene, consideriamo il fatto, che Lui è libero e non ha bisogno di consensi, di popolarità, di conquistare la nostra simpatia. Lui è venuto per portare a compimento il disegno d’amore del Padre e lo farà fino in fondo a prescindere della nostra decisione. Un’altra cosa da ricordare, è che professarsi cristiano, vuol dire essere di Cristo! Ora fratelli sia la nostra, una risposta vera, umile e sottomessa che indichi chiaramente di aver compreso e di seguire l’unica e sola sorgente d’amore, l’unica e sola via di Salvezza: il nostro Signore Gesù. Questo è il motivo che come il grande Pietro, risponderemo: Signore da chi andremo”? Bene fratelli, ora che sappiamo dove andare e con chi stare, facciamo della nostra vita un dono da offrire e condividere con gli altri. Ci proviamo? 

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!