Dal Vangelo secondo Marco (Mc 9,38-40)

In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». 
Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi». 

Riflessione:

Miei cari fratelli, quante volte abbiamo sentito dire: “non è dei nostri” …! “Ma, chi è veramente di Gesù”? Chi segue la Sua via e abbraccia con amore la logica della croce? chi è disposto a pagare qualsiasi prezzo pur di eliminare ciò che nuoce alla vita dell’amore? Una bella potatura è indispensabile per metterci alla Sua “sequela”, così da poter fare una scelta concreta e reale nell’accogliere la Sua presenza nella nostra vita. Un’adesione totale al Vangelo che ci consente di trovare sempre un tavolo di dialogo ed incontro con ogni persona, anche e specialmente con chi ha una prospettiva diversa dalla nostra. Vedete fratelli, essere di Cristo significa non avere confini e dimensioni predeterminati, significa amarlo e amare con Lui e in Lui ogni altro fratello e sorella di qualsiasi razza e popolo, significa riconoscere in tutti il Suo sguardo, la Sua misericordia, la Sua accoglienza! Cari fratelli, facciamo della nostra vita, un luogo dove dimora l’amore di Dio, saremo sempre porti di rifugio e di salvezza per chi è alla deriva! 

Buona giornata nel Signore!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This