“Sant’Antonio”

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1,40-45)

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. 
E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». 
Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

Riflessione:

Miei cari fratelli, oggi giorno corriamo il rischio di assuefarci alla grazia e di indurire il cuore, preferendo ascoltare altre voci anziché quella di Dio. Riconosciamoci allora lebbrosi nell’intimo, portatori di peccato e lasciamoci toccare dalla compassione di Gesù, da quel contatto fraterno che restituisce dignità alla nostra vita. Lasciamo che purifichi il nostro cuore sviato e indurito che troppe volte voltandosi indietro aderisce alla logica del maligno pur mantenendo una apparente facciata di religiosità. Cari fratelli, supplichiamo il Signore affinché la Sua volontà ed il Suo sguardo si posi su di noi, cosi da poter sperimentare quel tocco di ineffabile misericordia che ci sana e ci rimette nella verità, facendo diventare la nostra vita offerta e testimonianza di un cuore abitato da un Dio vivente.

Buona giornata nel Signore!

Potrebbe piacerti anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere la riflessione quotidiana sul Vangelo del giorno di davide moreno.

Consenso trattamento dati

Ti sei iscritto con successo!

Shares
Share This

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!